Locride.net   Portale turistico della Locride Mail: info
Grecanica:  
Bova: Abitanti 6030
Pro Loco:
Comune: 0965 762010
CAP 89033
Guardia Medica: 
 
Realtà locali in web:
Calabria - Posizionamento nel web - Grecanica - Valorizzazione prodotto tipico
 
Manifestazioni e ricorrenze:
Luglio:  
Agosto:  
Luoghi da visitare:
 
 
Organizzazioni:
 
 
Associazioni sportive:
 
 
Spot:
Palizzi, Bova, Bova Marina, Condofuri, Roghudi, Roccaforte del Greco, Melito Porto Salvo.
 
Vallata dello Stilaro: Bivongi, Pazzano, Stilo, Monasterace, Camini, Stignano, Riace, Placanica, Caulonia, Roccella Jonica.
Vallata del Torbido: San Giovanni di Gerace, Grotteria, Mammola, Martone, Gioiosa Jonica, Marina di Gioiosa Jonica.
Epizephiri: Canolo, Agnana, Siderno, Antonimina, Gerace, Locri, Portigliola, Ciminà, Sant'Ilario dello Jonio.
Vallata del Bonamico: Ardore, Benestare, Platì, Careri, Bovalino, San Luca, Casignana, Samo, Sant'Agata del Bianco, Caraffa del Bianco, Bianco.
Heracleum: Africo, Ferruzzano, Bruzzano Zeffirio, Staiti, Brancaleone.
  
 
 

gruppo aziendale

 

 
Comune della Locride: BOVA
 

E' la capitale dei greci di Calabria. Le prime notizie storiche sulla esistenza del paese risalgono a 1075 quando fu assediata dai Saraceni. Il centro abitato (circa 500 residenti) (alt. 850 mt. s.l.m.) è dominato dai ruderi del castello medievale, d'età normanna (sec. X-XI). Nella roccia, l'orma di un piede viene attribuita alla regina greca che costruì il castello. Già dall'XI secolo acquista importanza religiosa divenendo sede vescovile e con i normanni ottiene il titolo di contea alla fine del XII° secolo. La chiesa ha mantenuto il rito greco. Nel 1783 l'abitato subì gravi danni a causa del terremoto del 1783, anche se ancora conserva bene le strutture antiche. Salendo in cima (mt. 970 s.l.m.) ai ruderi del castello medievale è possibile ammirare un panorama bellissimo sullo Ionio e, sullo sfondo, l'imponente cono vulcanico dell'Etna.
Il ruolo così importante della chiesa di Bova è riscontrabile dalla presenza di numerose opere architettoniche ed artistiche: la chiesa Cattedrale di S. Maria dell'Isodia, edificata su una preesistente chiesa bizantina, con la statua della Madonna col Bambino, attribuita a Rinaldo Bonanno, datata 1584; la chiesa dello Spirito Santo; la Cattedrale dedicata a San Leo patrono, con la statua cinquecentesca di San Leo; la chiesetta della Madonna del Carmine della famiglia Mesiano (XVII secolo), in stile tardo-rinascimentale, e la chiesetta di S.Maria Immacolata, cappella della famiglia Marzano (XVII-XVIII secolo di stile tardo-barocco). Inoltre, i Palazzi nobiliari Nesci e Mesiani (1822).

   
   - HOME -
  Agenzia viaggi:  
 
  Hotel
 
 

Locride.net  Proprietà: Asmedia arl.   Contact: info@asmedia.it  +39.334.8002030