Locride.net Portale turistico della Locride
La vallata dello Stilaro
Placanica: Abitanti 1653
Pro Loco
Comune 0964.738006
CAP 89040
Guardia Medica: 0964 772294
 
Realtà locali in web:
Radio Fantasy - Residence del sole - Certimpresa - Energia ed ambiente - Riviera dei Bronzi - Adriano Scrivo - Corsi HACCP -
 
Manifestazioni e ricorrenze:
Agosto: Sagra della zeppola
 
Luoghi da visitare:
Titi.
 
Chiese: San Basilio Magno - Santa Caterina - convento dei Frati Domenicani, Santa Domenica / Madonna dello Scoglio.
 
Hotel a Riace - Hotel a Placanica
 

 

 

 

 

 

 

 

Bivongi, Pazzano, Stilo, Monasterace, Camini, Stignano, Riace, Placanica, Caulonia, Roccella Jonica.
 
Vallata del Torbido: San Giovanni di Gerace, Grotteria, Mammola, Martone, Gioiosa Jonica, Marina di Gioiosa Jonica.
Epizephiri: Canolo, Agnana, Siderno, Antonimina, Gerace, Locri, Portigliola, Ciminà, Sant'Ilario dello Jonio.
Vallata del Bonamico: Ardore, Benestare, Platì, Careri, Bovalino, San Luca, Casignana, Samo, Sant'Agata del Bianco, Caraffa del Bianco, Bianco.
Heracleum: Africo, Ferruzzano, Bruzzano Zeffirio, Staiti, Brancaleone.
Grecanica: Palizzi, Bova, Bova Marina, Condofuri, Roghudi, Roccaforte del Greco, Melito Porto Salvo.
 
 
 
Calabria
 
 
 
 
 
 
 
 
 

gruppo aziendale

Comune della Locride: Placanica
   

La cittadina di Placanica risale al XII secolo ed era detta Paganica o Mocta Paganica. Essa sorge sulle estreme pendici sudorientali delle Serre, su di un costone della fiumara Precariti a 240 mt. s.l.m. con una superficie di 29,2 kmq; è raggiungibile dalla strada statale E90 e dista 9 km. dal bivio posta tra Caulonia Marina e Riace Marina (la città dei bronzi). Faceva parte della Diocesi di Squillace e di essa era l’ultimo luogo sotto il dominio del Marchese di San Luca. Nel 1735 si contavano 160 famiglie per un totale di 830 persone, come riportato in documenti ecclesiastici sulla chiesa parrocchiale intitolata a San Basilio Magno. Più tardi, nel 1797, in altro documento sui danni del terremoto del 1783, è riportato che "Placanica ha 1165 anime, dieci sacerdoti e una parrocchia, morti per il terremoto nessuno e danni per ducati ventimila. Lesionato il Convento dei Padri Domenicani e distrutto il Convento dei Padri Conventuali (in contrada Titi)".

Da visitare il Castello medievale, costruito nel 1283 dalla famiglia Arcadi; la cinta urbica con una torre di guardia a pianta circolare del 1500; il convento dei Padri Domenicani fondato nel secolo XVII, in cui prese i voti Tommaso Campanella, con l’annessa Chiesa di Santa Caterina dalla splendida facciata barocca, in corso di restauro; la chiesa di San Basilio Magno del secolo XII, a navata unica con l’interessante altare ed un’icona della Vergine il cui presbiterio Rogerio de Placanica già nel 1324, come citato in documenti vaticani, pagava la decima alla diocesi di Squillace; il Tabernacolo della Vergine Maria nella piazzetta Umberto I. Recentemente in contrada Titi sono stati rinvenuti dei resti di ossa umane probabilmente appartenenti ad una necropoli della prima età neolitica.

MADONNA DELLO SCOGLIO

Placanica è attualmente oggetto di interesse religioso di migliaia di pellegrini i quali da varie parti giungono in contrada Santa Domenica per incontrare Fratel Cosimo e per pregare la Madonna dello Scoglio, la cui immagine è posta nell’incavo di un masso. Per la accoglienza ed informazioni generali sul Santuario della Madonna dello Scoglio potete chiamare il 334 8002030.

... per saperne di più ...
- Altre località -
Agenzia viaggi: Stiltour - Monasterace

Locride.net                           Contact: info@asmedia.it  +39.334.8002030